"Montiferru mon amour", santu Lussurgiu 3/4 giugno 2022

Inviato da Tilocca Peppino il

 

Nello scorso mese di settembre, in fase di programmazione delle attività per l’anno scolastico 2021/22 alcuni docenti del liceo artistico Carlo Contini avevano espresso l’esigenza di manifestare la propria solidarietà con le popolazioni del Montiferru colpite dai devastanti incendi estivi e il proprio dolore per la distruzione di un territorio di rara bellezza.

Nel tempo il progetto si è completato e ha coinvolto anche gli studenti del liceo classico De Castro.

Al termine dell’anno scolastico il progetto conoscerà la sua conclusione i giorni 3 e 4 giugno.

In collaborazione con il comune di Santu Lussurgiu e l’Agenzia Regionale “Forestas” nella mattinata di sabato 4 giugno, in località Badde Urbara sarà inaugurata una installazione artistica prodotta nei laboratori del liceo artistico.

L’opera in ceramica “L’ABBRACCIO” ricorda una torre come quelle per avvistare gli incendi, come una fortezza, come un abbraccio, che avvolge e protegge chi gli sta dentro.

Simboleggia la fragilità dell’uomo in assenza della Natura che lo accoglie e protegge. Il titolo dell’opera simboleggia la volontà dell’uomo di voler raggiungere insieme, e grazie alla Natura, un livello etico alto e una totale  fusione con essa. E’ una richiesta di perdono  rivolta all’universo e di rinascita nello splendore della natura. 

Lo stesso concetto artistico viene espresso nella seconda opera, diverse decine di teche realizzate in legno, ”LETTERE PER IL BOSCO”, al cui interno sono state rappresentate delle composizioni plastiche e pittoriche, che ricordano la bellezza dei boschi, la ricchezza di tutti gli esseri che lo abitano, ma anche la tristezza che la distruzione suscita.

Queste teche saranno donate ai sindaci degli altri comuni percorsi dal fuoco affinché le collochino sul proprio territorio.

La manifestazione del sabato mattina sarà preceduta dalla rappresentazione della tragedia di Sofocle “Elettra” che si terrà venerdì 3 giugno alle ore 19,00 in piazza Mercato.

Si tratta di un adattamento che il gruppo teatrale del liceo classico, guidato dal regista Matteo Loglisci, ha preparato appositamente per questo importante appuntamento.